categoria azienda Car Solutions Service
logo Car Solutions Service
Car Solutions Service
Officina - Carrozzeria - Gestione sinistri
Officina - Carrozzeria - Gestione sinistri

OFFICINA E CARROZZERIA





L’officina e carrozzeria Car Solution Service si trova a Milano in via Lodovico Il Moro 59/71.




Presso la sede milanese vengono effettuati tutti i più classici interventi sulle vetture, a livello sia meccanico sia di carrozzeria, nonché le verifiche del tagliando e della revisione.


Revisione


Icona Servizio


La Revisione è un intervento di carattere obbligatorio, disciplinato dal Codice della Strada, da effettuarsi quattro anni dopo la prima immatricolazione e, successivamente, ogni due, analizza in maniera approfondita lo stato e l’usura dei principali componenti del veicolo, non solo dal punto di vista meccanico.





La revisione monitora anche l’integrità del telaio, la carrozzeria e la situazione degli pneumatici e dei dispositivi di sicurezza installati a bordo.


Ogni revisione può avere esito positivo o negativo: nel secondo caso è possibile ripetere il controllo, solo dopo che l’officina ha segnalato le eventuali anomalie e provveduto a metterle in regola.



Controlli obbligatori


I controlli obbligatori della revisione, effettuati dai tecnici operatori, vertono principalmente su:


Impianto frenante

(freno a mano, di servizio, freni, pasticche, dischi)

Sterzo

(cuscinetti, fissaggio, stato meccanico)

Vetri, specchietti, lavavetri

Impianto elettrico

Telaio

(carrozzeria, porte, serrature, serbatoio)

Rumori

(gas di scarico inquinanti secondo Bollino Blu)

Identificazione del veicolo tramite targa e telaio

Sicurezza dispositivi

(clacson, cinture di sicurezza anteriori e posteriori)






Tagliando


Icona Servizio




Il tagliando dell’auto, invece, è un controllo delle parti di un’automobile più soggette all’usura, previsto dalla casa madre.


La frequenza con cui si effettua il tagliando varia a seconda del modello del veicolo ed è solitamente indicata nel libretto d’uso e manutenzione.




I veicoli costruiti dopo il 2000, tuttavia, hanno sensori elettronici che rilevano automaticamente la necessità di procedere con il tagliando.


Questo controllo è obbligatorio per mantenere la garanzia della vettura ed è fondamentale per la sicurezza di tutti gli automobilisti.


Una volta scaduta la garanzia, il tagliando non è più imposto dalla legge, ma è consigliabile al fine di passare l’esame della revisione.


Una volta che si sottopone la propria vettura al tagliando, l’officina preposta effettua un controllo mirato sulle componenti meccaniche di questa, in quanto le più soggette all’usura.



Controlli obbligatori


In particolare, il tagliando controlla le seguenti parti dell’automobile:


Stato delle pastiglie dei freni

Cinghie di trasmissione

Livello dei fluidi

(olio motore, liquido refrigerante, liquido freni, detergente lavavetri)

Verifica perdite del motore

Marmitta

Presenza acqua nel filtro gasolio

Stato pneumatici e luci interne ed esterne



Icona Servizio

Cos'è e come funziona

L'impianto elettrico



L’impianto elettrico delle autovetture è uno dei suoi componenti principali, in quanto dal suo funzionamento dipendono l’accensione ed il movimento dell’automobile.



Le auto moderne sono diventate col tempo delle vere e proprie centrali elettriche in miniatura, considerata l’elevata presenza di dispositivi elettrici al loro interno il cui scopo è quello di agevolare l’esperienza del conducente e degli altri passeggeri.


I componenti fondamentali di ogni impianto elettrico sono i seguenti:




Batteria

Motorino di avviamento

Alternatore

Cavi e connettori

Fusibili




Funzionano grazie all’impianto elettrico, tra le altre cose:




Condizionatore

Chiusura centralizzata

Navigatore

Luci



Le sue

componenti

La batteria, forse il più importante in assoluto, funziona da raccoglitore dell’energia e la sua tensione è indicata in Volt mentre la sua capacità in Ampere.


Questi due parametri vanno costantemente monitorati, onde evitare di trovarsi improvvisamente con la batteria scarica – e dunque la macchina in panne – o con un livello di batteria non sufficiente al funzionamento dei vari elementi elettrici.


Un secondo elemento fondamentale è il motorino di avviamento, la cui funzione è quella di azionare il motore e di far raggiungere al propulsore un numero di giri sufficiente a poter lavorare autonomamente.



L’alternatore è invece quell’elemento in grado di tramutare l’energia meccanica in elettrica, sotto forma di corrente alternata, e di consentire la ricarica della batteria e il funzionamento dei dispositivi.


I cavi dell’impianto elettrico, che alimentano i componenti della vettura tramite i connettori, attraversano l’intera automobile e sono rivestiti da una guaina isolante. I cavi rossi (o arancio) hanno una tensione positiva e quelli blu, neri o verdi sono invece la massa.


I fusibili, infine, sono formati da un contenitore cilindrico al cui interno vi è un filo metallico che unisce due terminali. I fusibili sono un elemento necessario alla sicurezza del conducente e dei passeggeri perché, senza di loro, i cavi potrebbero surriscaldarsi troppo e causare un corto circuito all’impianto.




E se si scarica la batteria?


L’energia elettrica di una vettura è consumata anche quando questa è in sosta per permettere ai dispositivi, come l’antifurto, di poter funzionare comunque.

Pertanto, nel caso in cui la batteria di un impianto elettrico dovesse scaricarsi dopo un periodo di inutilizzo, è probabile che vi sia stata una dispersione dell’impianto.

Per rilevare tale dispersione, è necessario avere a portata di mano un tester o un multimetro digitale. Se non vi è alcuna dispersione, apparirà sul display un valore pari a zero o di poco superiore. Se invece vi è stata una dispersione, sarà indicato un numero superiore ai 25-50 milliampere.