categoria azienda Car Solutions Service
logo Car Solutions Service
Car Solutions Service
Officina - Carrozzeria - Gestione sinistri
Officina - Carrozzeria - Gestione sinistri

GESTIONE SINISTRI STRADALI





Car Solution Service è un’officina e carrozzeria milanese, specializzata in particolare nella gestione dei sinistri stradali.


Nell’ottica di sollevare i propri clienti da ogni incombenza, infatti, l’esperto team di Car Solution Service si prenderà cura della tua vettura e di tutti gli aspetti tecnico-burocratici legati all’incidente.




Oltre a supportare l’automobilista in questa spiacevole circostanza, Car Solution Service seguirà anche le pratiche del sinistro, come la compilazione della Constatazione Amichevole, e la denuncia alla compagnia assicurativa.


Incidente stradale


Cosa fare

in caso di sinistro



Se sei stato coinvolto in un incidente stradale che, per fortuna, non ha causato alcun danno serio a nessuno, la prima cosa da fare è quella di mettere te e gli altri al sicuro, accendendo le quattro frecce d’emergenza e indossando il giubbotto catarifrangente (che deve sempre essere riposto nell’automobile) prima di scendere dall’auto.



Qualora il mezzo incidentato ostruisca la circolazione degli altri veicoli, è necessario spostarlo a margine della carreggiata – se le sue condizioni lo consentono – così da non incorrere in sanzioni.


Se invece la vettura non crea alcun disagio alla circolazione, è bene che non venga rimossa dalla sua posizione, in quanto questa potrebbe risultare di estrema rilevanza per le indagini della polizia.








Icona Servizio

Cos’è la

Constatazione Amichevole

dell’Incidente Stradale?



La CAI, meglio nota come Constatazione Amichevole dell’Incidente o modulo blu, è un foglio da compilare nel caso si rimanga coinvolti in un sinistro stradale, fondamentale a procedere con il consueto iter di gestione dell’incidente.



Il modulo blu va compilato anche qualora si ritenga di avere torto e, pertanto, di non aver diritto a nessun risarcimento.

A seguito della compilazione, il modulo della CAI va firmato dal conducente dell’automobile coinvolta e, ove possibile, anche dalla controparte.


La Constatazione Amichevole deve essere completata in maniera precisa e deve contenere tutte le seguenti informazioni:




Data, luogo e ora del sinistro

Targhe dei veicoli coinvolti

Generalità degli assicurati, dei conducenti e dei proprietari (se diversi)

Compagnie assicurative

Descrizione delle modalità di incidente e dei danni

Generalità di eventuali feriti

Generalità di testimoni

Indicazione dell’autorità intervenuta

Firma dei conducenti




La doppia firma – tua e dell’altro conducente – è fondamentale poiché previene eventuali contestazioni future e consente di gestire il sinistro stradale in piena tranquillità e trasparenza.


Dopo aver concordato assieme la dinamica dell’incidente e le responsabilità di ciascuno, ognuno dei due conducenti deve tenere con sé due copie della CAI (una da conservare ed una da consegnare all’officina, che a sua volta la recapiterà all’assicurazione).

Icona Servizio

Se non ho

la Constatazione con me?


Se al momento dell’incidente non hai con te la Constatazione Amichevole da compilare, nessun problema.


È possibile utilizzare il modulo dell’altro conducente – o di un altro automobilista – anche se appartiene ad un’altra compagnia assicurativa.


Qualora nessuno dei presenti possieda la CAI, è possibile infine trascrivere su un foglio tutte le informazioni e i dati sopracitati che verranno ricopiati nel modulo blu successivamente.

Come si ottiene

il risarcimento?


Per ottenere il risarcimento in caso di sinistro stradale è obbligatorio denunciare l’incidente alla propria compagnia assicurativa entro e non oltre 3 giorni dalla data del sinistro, con una raccomandata contenente:




  • Generalità dei due conducenti (e anche del proprietario, qualora sia una terza persona)
  • Numero di polizza dei due veicoli
  • Targa, modello e colore dell’altro veicolo
  • Descrizione dei fatti (se non è stata compilata la CAI)
  • Dichiarazione scritta dei testimoni (se ci sono)






La richiesta di risarcimento può essere inoltrata anche direttamente dalla compagnia assicurativa, attraverso la formula del Risarcimento Diretto.


Questa procedura altro non è che un’alternativa alla tradizionale, applicabile solo se l’incidente (avvenuto in Italia) non ha provocato nessun ferito e non sono coinvolti più di due automezzi.


Diversamente, non è possibile chiedere il risarcimento qualora siano coinvolti dei pedoni, veicoli agricoli o speciali, veicoli non motorizzati o soggetti che riportano ferite superiori al 9% di invalidità permanente.



Icona Servizio

La

Responsabilità del sinistro



A meno di situazioni evidenti o testimonianze chiare dei presenti, talvolta può essere complicato stabilire su chi ricada la responsabilità di un sinistro stradale.



Un incidente, infatti, può dirsi avvenuto in concorso di colpa quando la responsabilità è di entrambi (o più) gli automobilisti coinvolti.


In particolare, esistono due tipi di concorso di colpa:




Effettivo:

quando la responsabilità alla fine non risulta distribuita in modo equo (ad esempio: 30% e 70%)


Paritario (o al 50%):

quando la responsabilità dell’incidente può essere attribuita alle persone coinvolte in maniera precisamente uguale






Nonostante il concorso di colpa effettivo sia decisamente più frequente di quello paritario, qualora le responsabilità siano effettivamente al 50% ognuno dei due (o più) automobilisti coinvolti sono obbligati a risarcire la controparte per la metà dei danni subiti, prescindendo dal loro importo.